Tor è un software con il quale si potrà navigare nel web mantenendo l’anonimato, grazie ad un’immensa rete di onion router, gestita da volontari. In questo momento è gestito da The Tor Project, associazione senza fini di lucro, ma è importante dire che ancor prima era gestita dalla US Naval Research Laboratory e perciò, non è il solito programmino che trovate in rete, magari pieno di malware con il solo scopo di prelevare informazioni su di voi invece che nasconderle.

Lo scopo di Tor è perciò quello di tutelare la propria privacy, sempre più a rischio al giorno d’oggi. Tutto ciò che voi farete mentre camufferete il vostro IP, sarà ancora più protetto dal fatto che i vostri dati passeranno per i server di Tor, così da crittografare il tutto, cioè rendere incomprensibile ad altri. Infatti, molti hacker usano questo servizio, così da tardare le ricerche effettuate dalla polizia postale in caso di denuncia od altro. Ma non è usato solo a scopo illecito, poiché, forse voi non lo sapete, ma anche quando scrivete in un forum, lasciate il vostro indirizzo IP, naturalmente visibile al solo amministratore.
Tor funziona attraverso dei nodi, creati da tutti coloro che si mettono a disposizione nel relay, così da smistare la vostra posizione in varie parti del mondo.
Esso, oltre che fornire l’anonimato all’utente, permette ciò anche ad un server, grazie agli hidden services, anche se nel 2006, in Germania sono cominciati i primi controlli per verificare la presenza di server illegali, esempio con contenuti di warez.

Che tipi di nodi esistono?

  • Client, con il quale il software gestirà la connessione dell’utente.
  • Middleman relay, con il quale Tor gestisce il traffico di terze persone, senza collegarsi all’esterno.
  • Exit relay, gestisce il traffico di terze persone collegandosi con l’esterno.
  • Bridge relay, nodo sperimentale, con il quale anche gli utenti residenti in paesi che non permettono di filtrare Tor.

Comunque si vuole ricordare che nulla è del tutto invisibile all’occhio umano, e con i necessari software, sarete sempre rintraccabili dalle autorità in caso di azioni illegali.
Si ricorda inoltre che alcuni servizi, esempio Wikipedia, non permette la navigazione tramite questo programma.